Vuoi passare alla versione mobile di Rete Commercialisti? Clicca qui!
ENTRA

Le spese nel mirino del fisco: ecco quali sono!

Fisco e Tributi 

Dal risparmiometro al redditometro, l'Agenzia delle Entrate dispone di un arsenale di armi per verificare tutti i soggetti fiscali: ecco quali sono quelli che attirano più l'attenzione“

Ma chi sono i contribuenti più controllati? 

Partiamo dal presupposto che non esistono dei contribuenti privilegiati o “risparmiati”: tutti possono essere soggetti a controlli fiscali, ma esistono categorie più monitorate di altre. I professionisti, per esempio, sono più soggetti a controlli dei lavoratori dipendenti, i cui redditi vengono già tassati in busta paga, al contrario dei primi, che potrebbero anche dichiarare di aver incassato cifre minori per pagare meno tasse.“

E quali sono le spese che rientrano nel mirino dell’Agenzia delle Entrate?
 
Si tratta di quelle spese che l’Agenzia delle Entrate considera troppo alte rispetto ai redditi dichiarati dal contribuente. In particolare:
 
  • canoni di locazione di un immobile;
  • auto di lusso;
  • assicurazioni auto;
  • viaggi;
  • lavori di manutenzione dell’appartamento;
  • visite specialistiche;
  • mutuo per l’acquisto di un’immobile;
  • smartphone;
  • abbonamenti;
  • collaboratori domestici;
  • centri benessere e cura della persona;
  • ristoranti.

Tutte le spese che non risultano conformi o che presentano delle grandi discrepanze con la propria situazione economica possono far scattare il campanello d'allarme dell'Agenzia, sia che il soggetto in questione sia un dipendente, un libero professionista o un'impresa. “

 

Hai un problema relativo a questo argomento?

Registrati ora per inviare una richiesta a più commercialisti gratuitamente.

Iscriviti adesso  

Redazione

Redazione di Rete Commercialisti