Vuoi passare alla versione mobile di Rete Commercialisti? Clicca qui!
ENTRA

Non sempre lo scontrino elettronico è obbligatorio. Facciamo chiarezza sulle nuove norme

Burocrazia 

Dal 1 gennaio 2020 gli scontrini e le ricevute fiscali sono stati sostituiti dallo scontrino elettronico il cui obbligo è scattato dalla scorso luglio ma solo per commercianti con volumi di affari abbastanza elevati Si pensava che ogni aspetto delle nuove normative relative a fattura elettronica e scontrino elettronico fosse stato sviscerato, ma recentemente l'Agenzia delle Entrate ha pubblicato alcune precisazioni che potrebbero fare la felicità di alcune partite IVA. Alcune categorie, infatti, sono esentate dall'obbligo di emettere fatture o scontrini di tipo elettronico e possono continuare a procedere come fatto fino al dicembre 2019. Vediamo quali.

Scontrino elettnico: ecco chi è esentato

Come ha specificato recentemente l'Agenzia delle Entrate, però, fanno eccezione le categorie individuate nell'articolo 22 del DPR 633 del 1972, che include gli esercenti attività di commercio al minuto o assimilate, cioè chi esercita la propria attività all'aperto o a domicilio: elettricisti, idraulici, riparatori, parrucchieri a domicilio e via dicendo.

Queste categorie non sono tenute all'emissione di uno scontrino fiscale e possono limitarsi a una fattura. Fattura che non deve essere necessariamente di tipo elettronico: chi di questi rientra nel regime forfettario, per tutto il 2020 potrà ancora emettere classiche fatture cartacee

In tutti gli altri casi, indipendentemente dal fatturato e dal regime fiscale, gli esercenti dovranno invece adeguare i loro registratori di cassa ed emettere scontrini elettronici come previsto dalla normativa. Questo vale anche per chi aderisce al regime forfettario che, pur escluso dall'obbligo della fattura elettronica, non può esimersi dall'emettere scontrini elettronici

Una buona notizia per chi svolge queste attività e che quindi può evitare di dover aggiornare la propria dotazione hardware/software per rispettare le nuove disposizioni. Come abbiamo più volte specificato, l'introduzione dello scontrino elettronico e - soprattutto - della fattura elettronica non sono necessariamente un problema e, anzi, rappresentano una buona occasione per aggiornare il proprio modo di lavorare e digitalizzare almeno parte delle procedure. Questo permetterebbe di avere sempre sotto controllo la situazione finanziare, di limitare gli errori umani e velocizzare molte procedure, per esempio la condivisione dei dati con il commercialista. In molti casi, infatti, basta concedere al commercialista l'accesso al software che si utilizza, risparmiandosi la scocciatura dell'invio manuale delle informazioni, con tutti i rischi del caso (smarrimento fatture cartacee, errori umani durante la trascrizione delle fatture e via dicendo). 

Domanda e risposta

Buonasera. Sono il titolare di un officina di riparazione auto. Mi hanno detto che se faccio solo fatture con cod. fisc. posso non avere il registratore di cassa telematico. Vi risulta?  GRAZIE

Come specificato in apertura di articolo, quindi, l’obbligo di scontrino elettronico riguarderà tutte le attività commerciali, indipendentemente dal fatturato e da come, fino ad ora, si sono emessi scontrini e ricevute. Si può in ogni caso evitare l’acquisto del registratore di cassa telematico utilizzando, quotidianamente, la procedura via web messa  a disposizione dall’Agenzia delle Entrate.

Lo scontrino elettronico trasmette i dati degli incassi al Fisco in via telematica. Si può ovviare alla mancanza del registratore telematico utilizzando la procedura web dell’Agenzia delle Entrate che è gratuita ed è accessibile solo grazie ad un collegamento internet sia da smartphone che da tablet che da computer.

Si può accedere con Spid, Carta nazionale dei servizi o con le credenziali di Entratel e Fisconline. Selezionando “Fatture e corrispettivi” è possibile, poi compilare, di volta in volta, lo scontrino elettronico inserendo i dati dell’operazione (prodotto, quantità, prezzo, Iva, e importo).

 

Hai un problema relativo a questo argomento?

Registrati ora per inviare una richiesta a più commercialisti gratuitamente.

Iscriviti adesso  

Redazione

Redazione di Rete Commercialisti